• Informazione ai Soci del 14/08/2019

    La Fondazione di Comunità del Canavese ha sostenuto il nostro progetto EsternAREE in risposta al Bando “Diamo una mano al Canavese”.   Il progetto favorisce l’occupazione lavorativa di fasce deboli della popolazione implementando il servizio già attivo di Manutenzione Aree Verdi della Cooperativa Pollicino. Il progetto prevede la collaborazione con gli enti del territorio, attualmente con il Comune di Colleretto Giacosa e in prospettiva con altri comuni del Canavese. Il contributo economico è finalizzato all’acquisto di un decespugliatore e di un soffiatore.

  • The Tree Factory: Godot si è fermato a San Vittore

    The tree factory è una piccola casa editrice facente parte della Cooperativa sociale Pollicino di Ivrea. La produzione è limitata alla pubblicazione di volumi tattili per ipovedenti e non vedenti, sotto il nome di “Albero della speranza” e di libri di narrativa e saggistica sotto il nome di The tree factory. Nell’estate del 2018 ho ricevuto il manoscritto di Alessandra D’Agostino con la quale ho collaborato in passato scrivendo un romanzo a quattro mani dal titolo “La regola dei salici” uscito in versione e-book nel 2010. In quest’occasione Alessandra mi ha chiesto se poteva farmi piacere illustrare questo suo racconto e, scorse le prime pagine, ho subito accettato. Troverete infatti quattro mie illustrazioni in questa…

  • Informazione ai Soci del 14/06/2019

    Vi comunichiamo che dal 30.06.2019 il rinnovo dei moduli per la richiesta degli assegni nucleo familiare, dovrà essere fatto sul sito dell’INPS in modalità on line. Vi informiamo che, all’interno della busta paga del mese di maggio 2019 troverete la quota dei 2/3 dell’UNA TANTUM prevista dal rinnovo del CCNL del periodo 2017/2019.Il restante 1/3 sarà versato nella busta paga di luglio 2019.

  • Coop Pollicino premiata dall’UNHCR

    L’agenzia ONU per i rifugiati ha premiato in data 21 marzo 2019 la nostra cooperativa perchè nel 2018 si è contraddistinta per aver favorito l’inserimento professionale dei rifugiati e per aver sostenuto il loro processo d’integrazione in Italia.Infatti nel 2018 con l’apertura del servizio di riparazioni e magazzino sono stati assunti due beneficiari in uscita dal nostro progetto di accoglienza Altrove.Un ragazzo senegalese ha sottoscritto un contratto a tempo indeterminato da 38h/sett mentre un secondo, sempre senegalese, ha avuto modo di lavorare con noi per un periodo di 4 mesi con un contratto a tempo determinato. l riconoscimento di questo nostro ruolo chiave è stato formalizzato durante la cerimonia di…